PREMIO NAZIONALE PROMOZIONE DELLA SALUTE

L'organizzazione Mondiale della Sanità ha elaborato una serie di linee per lo sviluppo e l'applicazione pratica di azioni per la promozione della salute.
In occasione della Biennale della Salute che si celebra a Spoleto a cominciare dal 1996, in collaborazione con il Centro Sperimentale per l'educazione Sanitaria interuniversitario, dell'Università di Perugia, viene bandito un premio di FrSv. 10.000 messo a disposizione dalla fondazione di medicina Psicosomatica e Sociale di Ascona (Svizzera), Presidente prof. Boris Luban-Plozza.
Il premio è destinato a lavori presentati da gruppi, da associazioni, da singoli e debbono rispondere alle seguenti caratteristiche:

1. Ispirarsi al modello "Asco" per la promozione della salute dell'OMS, applicabile in numerosi ambiti, scuole, ospedali, quartieri, comunità, pratiche mediche, urbanistica, comunicazione, ecc.
2. Il lavoro dovrà riferirsi a una esperienza diretta e attuata.
3. Il lavoro dovrà documentare gli elementi dell'impostazione teorica, le modalità di attuazione, i materiali eventualmente usati, le collaborazioni.
4. Il lavoro dovrà altresì documentare le modalità con cui tutti i soggetti partecipanti hanno avuto la possibilità di essere attori del progetto.
5. Il lavoro potrà essere accompagnato da documentazione fotografica o multimediale o di altro genere utile alla valorizzazione dell'esperienza.

I lavori dovranno pervenire in 6 copie, ciascuna delle quali dovrà riportare l'indirizzo esatto e la descrizione dell'organizzazione o del gruppo che presenta la candidatura.

I lavori dovranno essere spediti a:
"Commissione di valutazione del premio per la promozione della salute"- Comune di Spoleto, entro e non oltre il 31 Luglio 1997.

Il premio verrà consegnato in occasione della presentazione della seconda Biennale della Salute e del Benessere il giorno 13 settembre 1997.
Per informazioni rivolgersi a: Segreteria del premio presso il Comune di Spoleto, Tel. 0743/218205