Edizione telematica
di

 Ambiente Risorse Salute

  2000 - 2001

Ottobre 2001





Piante e alberi di citta come esseri umani

Ventimila salvati da una flebo

I risultati della cura utilizzata ormai in moltissime città italiane contro un'festazione che sta investendo tutto il centro e il Nord Italia

Le sacche medicali in PVC collegate al tronco con unospeciale ago, permettono agli specifici farmaci di agire attraverso il sistema vascolare e di non disperdersi nell'ambiente

 

Sono sempre più numerosi i Comuni italiani da Milano a Venezia, a Torino, a Trieste, a Genova che stanno mettendo in salvo gli alberi da una infestazione che viene dall'Est. La terapia? Una flebo con un ago particolare inserito nel tronco, uguale a quella utilizzata per gli esseri umani negli ospedali, ma abbastanza capiente da curare anche piante di trenta metri. Al momento ne hanno curate oltre 20.000. Ecoiatros, la società specializzata nelle terapie endogene delle piante, che ha l'esclusiva internazionale del metodo Corradi e il Centro di informazione del PVC che segue la divulgazione della terapia, a qualche mese dall'inizio dell'esperimento ne confermano il successo sugli alberi nei parchi pubblici e nei giardini privati più esposti alle infestazioni, decretando il miglioramento dello stato di salute delle piante cittadine.

Inoltre questa terapia evita che il farmaco sia spruzzato sulle chiome degli alberi provocando una grande dispersione nelll'aria di queste sostanze che poi si depositano su panchine, auto, parchi giochi e, se in prossimità di abitazioni, anche su balconi e terrazze.
"I vantaggi di questo metodo sono numerosi ‑ come ci spiega Elisabetta Del Signore, agronomo e Direttore tecnico della Ecoiatros ‑ innanzitutto il basso impatto ambientale e la tutela della salute dei cittadini‑ il fitofarmaco è infatti isolato all'interno della sacca in PVC e da qui passa direttamente all'interno della pianta, senza alcuna perdita nell'ambiente circostante, altro vantaggio è l'elevata e prolungata efficacia del trattamento, dato che pioggia e vento non interferiscono con l'applicazione del farmaco; inoltre la versatilità dell'applicazione permette di intervenire su alberi difficili da raggiungere".

"Le sacche medicali ‑ conferma il Prof Graziano Vidotto Presidente del Centro d'informazione del Pvc ‑ sono proprio identiche a quelle che le aziende consegnano agli ospedali. Il metodo, protetto da brevetto internazionale, utilizza una sacca e i tubi in PVC, materiale che garantisce grande affidabilità, per la resistenza e l'igiene, e la possibilità di essere riciclato".Da quattro anni una infestazione causata dalla Cameraria ohridella, un insetto che annida le proprie larve nelle foglie, sta rovinando gli ippocastani del Nord e sta avanzando verso il Centro Italia.

Una semplice quanto efficace flebo è il metodo brevettato e utilizzato da Ecoiatros, per curare i grandi alberi come ippocastani, platani, faggi. La cura è mirata a colpire quegli insetti che attaccano gli alberi provocando una defoliazione anticipata e un indebolimento della pianta, che ne mette a rischio la sopravvivenza negli anni successivi.
 Il trattamento permette alla pianta un assorbimento naturale del farmaco attraverso il proprio sistema vascolare, senza alcuna forzatura Infatti, proprio come per l'essere umano, utilizzando una flebo in PVC e un ago inserito nel tronco, lo stesso albero assorbirà il farmaco che raggiungerà le foglie dove si annidano le larve degli insetti che causano la malattia.

Dopo alcuni anni di sperimentazione Ecoiatros ha perfezionato il metodo della flebo che, grazie anche al nuovo fitofarmaco Merit Green sviluppato dalla Bayer, ha raggiunto ottimi livelli di efficacia nella eliminazione dei parassiti che si nutrono a spese della pianta.

Per informazioni: ufficio stampa Encanto comunicazione Gherardo Noferi 
Tel 0229523460 ‑ Fax 0229524983

 

  23/10/01