Associazione Italiana Sementi
 
Protocollo volontario per la qualità e tracciabilità delle sementi di mais e di soia

 

Protocollo lombardo sulla qualità delle sementi

L’esperienza delle ultime semine ha dimostrato che con misure ragionevoli e controlli organizzati in tempo utile è possibile gestire razionalmente il problema della presenza accidentale di ogm nelle sementi. Il prossimo passo deve essere quello di prepararsi a gestire la rintracciabilità dei prodotti agroalimentari, obbligatoria dal 1° gennaio 2005, partendo dall’uso del seme ufficialmente certificato”.

Così Bruna Saviotti, di recente confermata presidente di AIS, Associazione italiana sementi, commenta il protocollo volontario per la qualità e tracciabilità delle sementi nelle filiere del mais e della soia, sottoscritto nei giorni scorsi con la Regione Lombardia e le Organizzazioni agricole lombarde.

“Per quanto riguarda i controlli ogm delle sementi, l’AIS – informa Saviotti – ha già scritto al Ministro Alemanno, a tutti gli Assessori regionali all’agricoltura ed alle Confederazioni agricole per sollecitare il controllo al 100% da parte di laboratori ufficiali di tutte i lotti di seme di mais e di soia, prima della loro commercializzazione, avviando il campionamento già a partire dal mese di settembre”.

“Il protocollo volontario sottoscritto ora in Lombardia – aggiunge Saviotti – ribadisce l’impegno e la piena disponibilità delle aziende sementiere e partendo dall’esperienza maturata nella gestione delle problematiche ogm, individua nell’impiego di semente certificata e nel cartellino ufficiale che accompagna ogni confezione di seme i punti di partenza per tracciare le produzioni agricole e quindi per organizzare anche la loro rintracciabilità”.

“Mi auguro – conclude Bruna Saviotti – che l’esempio del protocollo volontario lombardo sia seguito da altre Regioni, e perché no, da un accordo a livello nazionale, affinchè il sistema produttivo agricolo del nostro paese possa presentarsi pronto all’applicazione dal prossimo 1° gennaio del regolamento CE n. 178/2002 sulla rintracciabilità”.

Per informazioni: Ais, Bologna Piazza della Costituzione 8,  I-40128

Telefono 051/503881 - Telefax 051/355166

e-mail: ais@sementi.it