Ambiente Risorse Salute
Editore di Ambiente Risorse Salute e di Facciamo tutti la nostra parte!    newsletter energia Iscriviti!
Rivista e dossier del Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente - Padova
direttore Domenico Ceravolo
   

home

  La nuova sala civica del Comune di Albinea (RE) Sarà realizzato dal Comune di Albinea
un edificio pubblico
in Classe energetica A

L'Amministrazione Comunale di Albinea – consapevole della necessità di operare scelte concrete che aprano nuove strade sul fronte del risparmio energetico e dell'uso delle energie rinnovabili e non fossili - ha deciso di promuovere importanti investimenti in questa direzione realizzando la più importante opera pubblica di questa legislatura con criteri fortemente innnovativi.

La nuova sala civica, biblioteca e centro giovani rappresentano un investimento economico di circa 2 milioni di euro e saranno un modello di riferimento per gli operatori pubblici e privati e per i cittadini che nei prossimi anni vorranno realizzare esperienze analoghe.

Il Comune di Albinea ha da tempo aderito al progetto Ecoabita, promosso dal Comune e dalla Provincia di Reggio Emilia, per la certificazione degli edifici a seconda del fabbisogno energetico. Il mercato dell'edilizia subirà profondi mutamenti nei prossimi anni e uno dei fattori che spingono il cambiamento è la necessità di produrre edilizia di alta qualità con particolare riferimento al risparmio di energia e all'uso di risorse energetiche pulite e rinnovabili. Tutto ciò influirà sui valori e sulle tecniche di costruzione in modo radicale ed è tempo di affrontare questi tempi con decisione in linea con quanto succede negli altri paesi europei.

Il Comune di Albinea ha però voluto fare un salto di qualità. Nel progettare l'edificio di circa 1200 mq, che dovrà ospitare la nuova Biblioteca, la Sala Civica e il Centro Giovani, ha pensato ad un edificio che sia, nella parte di nuova edificazione, totalmente autonomo dal punto di vista energetico e di utilizzare solo fonti di energia rinnovabile: saranno infatti installati 60 mq di pannelli fotovoltaici per una produzione di circa 10Kwh , e per la prima volta in un edificio pubblico saranno utilizzati impianti geotermici ( 10 pozzi) che sfruttano il calore del sottosuolo interagendo con una pompa di calore,

Il tema dell'isolamento termico e dell'abbattimento della dispersione del calore è stato coniugato con quello della salubrità e del confort salvaguardando la notevole bellezza del design architettonico.

L'edificio, peraltro, è inserito in uno splendido parco di frassini, che offrono ulteriore protezione dall'irraggiamento solare all'edificio e adeguata ospitalità a chi desidererà dedicarsi alla lettura all'aria aperta: una sorta di biblioteca all'esterno, in continuità con i locali interni. Locali, realizzati con le più moderne tecnologie di illuminazione – sempre con un occhio rivolto al risparmio energetico – ma che tendono anche a non affaticare la vista dosando continuamente la quantità di illuminazione artificiale necessaria per completare quella naturale.

Ampi spazi saranno riservati alle fasce dei lettori in erba, con lo spazio 0-6 debitamente attrezzato per letture e giochi. Ma si potranno trovare locali per lo studio, la lettura e l'utilizzo di postazioni internet.

Fonte: Ufficio Stampa Albinea

aprile 2008