Ambiente Risorse Salute
Rivista e dossier del Centro Studi l'Uomo e l'Ambiente - Padova
direttore Domenico Ceravolo

Chi siamo/ Home /La rivista /


La Provincia Belluno

Sviluppo sostenibile 
La provincia di Belluno per l'Innovazione
 
     
     

 

La Provincia di Belluno per l'Innovazione

Ambiente › Ecologia

Dolomiti Bellunesi
il monte Pelmo visto da Vinigo
Fonte: www.vinigo.com

*

Accordo strategico su Energia e Fonti rinnovabili
Provincia di Belluno e Bim danno vita un'agenzia per ricerca e risparmio energetico

     
* Incentivi per motorini e combustibili alternativi - anno 2005
La Provincia di Belluno eroga fondi per i residenti nei Comuni di Feltre e Belluno
 
     
     
     
     
     

 

 

 


 

 

 



Accordo strategico su Energia e fonti rinnovabili
Provincia di Belluno e Bim danno vita a un'agenzia

Lavorare insieme per dare servizi innovativi e opportunità di sviluppo all'intero territorio. Questa è la scelta forte di Provincia e Consorzio Bim Piave di Belluno, che hanno definito insieme un accordo strategico per la ricerca sulle energie rinnovabili e il risparmio energetico. Il presidente della Provincia Sergio Reolon accompagnato da parte della giunta, ha incontrato recentemente i presidenti del Consorzio Bim Piave e di Bim Gestione Servizi spa, la società dei Comuni.

Provincia e Consorzio Bim hanno concordato sull'opportunità di dare vita assieme a un'agenzia per l'energia, sull'esempio delle agenzie energetiche pubbliche presenti già da molti anni nella realtà austriaca. Il nuovo soggetto dovrà diventare il punto di riferimento per l'attuazione di iniziative nel campo delle energie rinnovabili e del risparmio energetico, occuparsi di ricerca sulle fonti alternative, sull'innovazione e il trasferimento di conoscenze e competenze specializzate, agli enti pubblici, alle imprese e ai cittadini.

L'impegno è stato raggiunto dalle parti nella reciproca consapevolezza che è necessario e urgente dare risposte concrete al territorio e che gli enti devono saper lavorare insieme, evitare sprechi, mettere in comune competenze, idee e risorse.

La nuova agenzia sarà un organo di supporto alle imprese, agli enti pubblici e privati e ai cittadini, dovrà raccogliere e trasferire le conoscenze sulle possibili fonti energetiche alternative, dare informazioni sulle novità del settore, ma anche sulle procedure e sulle possibili fonti di finanziamento.

In questo quadro di collaborazione, nel contesto delle iniziative di risparmio energetico già attivate dal Consorzio Bim, l'amministrazione provinciale ha anche chiesto la verifica sulla possibilità di intervenire su immobili di sua proprietà quali ad esempio alcuni edifici scolastici.

In relazione ai servizi informatici e ai sistemi informativi territoriali, Provincia, Consorzio Bim e la società Bim Gestione Servizi Pubblici spa hanno convenuto di lavorare insieme per la creazione di un sistema unico al servizio di enti pubblici e alle imprese della provincia. Questo in considerazione del fatto che Consorzio Bim e Bim gestione Servizi Pubblici spa hanno già sviluppato al riguardo importanti iniziative, mentre la Provincia ha nuove funzioni in materia di gestione del territorio e urbanistica, con tutte le problematiche connesse ai lavori pubblici.

Fonte: http://www.provincia.belluno.it

giugno 2005


Incentivi per motorini e combustibili alternativi
La Provincia di Belluno eroga fondi per i residenti nei Comuni di Feltre e Belluno

Scadenza domanda 30 novembre 2005

L'amministrazione provinciale ha emesso un bando per incentivare la rottamazione dei ciclomotori e l'integrazione con Gpl o metano nell'alimentazione delle automobili.
I fondi, stanziati dalla Regione Veneto, sono vincolati ai residenti nei Comuni di Belluno e Feltre, gli unici due in provincia ad essere inseriti in fascia A (cioè i più a rischio inquinamento per quanto riguarda le polveri sottili) e nel complesso potranno beneficiarne 298 persone. Lo stanziamento della Regione infatti ammonta a 74.497,74 euro in tutto, di cui 30 mila per Feltre e gli altri per Belluno, con un'erogazione di 250 euro per ciascuna domanda. Per quanto riguarda i motorini (solo per i 50 cc) è anche possibile cumulare il contributo regionale con eventuali altre agevolazioni statali, mentre non vi è cumulabilità per l'alimentazione alternativa nelle auto.
Per ottenere lo stanziamento occorre presentare domanda alla Provincia su apposito modulo (scaricabile qui sotto) entro il 30 novembre 2005. A ciascuna domanda verrà assegnato un codice di prenotazione, che sarà inviato al richiedente entro 30 giorni. Poi ogni soggetto ha 120 giorni per presentare alla Provincia la documentazione a prova dei lavori eseguiti nell'auto, con fattura e copia del collaudo anche provvisorio rilasciato dalla motorizzazione civile, oppure la fattura d'acquisto del motorino e il certificato di rottamazione del mezzo vecchio. Per tutti è necessario anche uno stato famiglia, perché solo un componente del nucleo può beneficiare del contributo.
I bandi:

1 Bando

2 domanda per incentivi auto

3 domanda per incentivi motorini

http://www.provincia.belluno.it/Natura/EcoIncentivi/

 


News

     
*Recupero ambientale dei laghi bellunesi    
*Provincia di Belluno. Dall’agricoltura un veicolo di promozione
Proposta del Presidente della Provincia Reolon per itinerari culturali e gastronomici legati ai prodotti tipici
 
     
     

Torna in alto

Torna a indice